Fc Messina, vittoria in rimonta e di carattere col Marina di Ragusa

08.12.2019 18:47

Fc Messina-Marina di Ragusa 2-1
Marcatori: 13’ pt Puglisi, 26’ pt Carbonaro, 33’ pt Coria (rig.)
Fc Messina: Aiello; Casella, D. Marchetti, Quitadamo, Brunetti; Pini (1’ st Camara), A. Marchetti, Giuffrida, Bevis (Dambros); Coria (15’ st Miele), Carbonaro. A disposizione: Marone, Chiappino, Raffa, Micale, Santapaola, Carrozza. Allenatore: Ernesto Gabriele.
Marina di Ragusa: Pellegrino, Iannò (19’ st Pietrangeli), Giuliano, Calivà, Mancuso (28’ st Rizzo), Puglisi, Puzzo (23 st Di Bari), Mauro, Cobelli (19’ st Baldeh), Mistretta, Bonfiglio. A disposizione: Mangione, Cervillera, Belluardo, Carnemolla, Occhipinti. Allenatore: Salvatore Utro.
Arbitro: David Guida di Torre Annunziata.
Assistenti: Cristiano Pelosi di Ercolano e Carmine Devito di Napoli.
Note: ammoniti Calivà, Quitadamo, Casella, Mauro, D. Marchetti, Di Bari, Camara, Naldeh. Espulso al 23’ st Carbonaro per proteste e al 31’ st Di Bari per doppia ammonizione. Calci d’angolo 3-4 (2-3). Recupero 3’ pt, 5’ st.

---

La quarta vittoria di fila per il FC Messina targato Ernesto Gabriele, la prima che sa di sofferenza e sacrificio contro un avversario ostico fino al novantacinquesimo. I peloritani superano anche il Marina di Ragusa e mantengono le distanze da chi, come Savoia, Acireale, Licata e Troina, non fallisce il rispettivo appuntamento della quindicesima giornata. Partita maschia al "Franco Scoglio", di fronte alla compagine di mister Utro che per quanto visto è lontana parente della formazione invischiata nella zona rossa del girone I. Match che inizia in salita infatti per i locali, con la punizione di Puglisi che trova un impreparato Aiello e vale il vantaggio rossoblú. È qui che il FC Messina ha la necessità di scrollarsi di dosso paure e vecchi fantasmi, mettendo in mostra l'abito della grande squadra e rimontando gli avversari con la rete dell'arciere Carbonaro e del mago Facundo Coria. Per la punta ex Venezia arriva la decima perla in campionato, mentre il rigore del definitivo 2 a 1 fa salire a quota tre nel torneo il trequartista argentino.
Tutto secondo i piani allo scadere dei primi quarantacinque di gioco, se non fosse che gli episodi complicano la vita ai giallorossi nella seconda parte di gara. Espulsione diretta per Carbonaro, reo di aver detto qualche parola di troppo nei confronti del direttore di gara ed FC Messina in inferiorità numerica. Il gap dell'uomo in meno dura poco perchè il neo-entrato Di Bari collezione la seconda ammonizione del proprio match ristabilendo l'equilibrio in campo.
Brutto e cattivo il FC Messina per larga parte di gara, con un Francesco Casella in giornata di grazia ed un Giovanni Giuffrida instancabile fino al triplice fischio. Le assenze di Correnti e Fissore non hanno pesato tra i padroni di casa, grazie anche alla generosa prova dei classe 2001 Pini e Camara e alla solita partita ordinata di Gabriele Quitadamo. Il mercato porterà ulteriori rinforzi tra i peloritani, per garantire a Ernesto Gabriele ampia scelta in settimane difficili come quella che attende il FC Messina, che dovrà affrontare la Cittanovese senza Carbonaro, Fissore, Aladje e Melillo.
La gara si sblocca dopo appena 13 minuti. È il Marina di Ragusa a passare in vantaggio con Puglisi e la sua punizione dai 25 metri che beffa Aiello. Il Football Club risponde prontamente e, dopo una punizione imprecisa di Coria al 23', trova il pari al minuto 27 con Carbonaro. Il capocannoniere del girone riceve palla in area da Bevis e con una finta di corpo supera l'avversario, chiudendo con un diagonale. Il raddoppio arriva al 33' su calcio di rigore conquistato da Alessandro Marchetti. Dagli undici metri Coria spiazza il portiere avversario. Nel finale di prima frazione gli ospiti sfiorano il pari con il colpo di testa di Giuliano su corner di Bonfiglio.
Si riparte con il tentativo di Domenico Marchetti in rovesciata al 55' ma il pallone termina alto. Tre minuti dopo grande occasione per Carbonaro che con il destro gira alto il cross di Bevis. Al 68' episodio chiave del match con l'espulsione diretta ai danni di Carbonaro per proteste. Il Marina di Ragusa si riversa in avanti alla ricerca del pari ma al 76' si ristabilisce la paritá numerica per il doppio giallo sventolato a Di Bari. Il Football Club Messina controlla la gara e al 91' ha l'occasione per chiudere i conti in contropiede ma Dambros sbaglia il tocco sotto.

 

Per la pubblicità scrivere a

info@messinaflash.it

Archi vio articoli